CORSO SOMMELIER PRIMO LIVELLO

Iscriviti anche tu ai nostri corsi Sommelier!

Non è indispensabile una preparazione di base, ma solo la tua curiosità

Trasformeremo il tuo interesse in passione per il mondo dell’enogastronomia!

PROGRAMMA DEL CORSO

Il corso è composto da 12 lezioni più un test valutativo finale sulle funzioni del sommelier, viticoltura, enologia, legislazione, distillati e birre; inoltre è inclusa la visita didattica di un’azienda vitivinicola con pranzo e consegna Attestati.

LEZIONI

  1. La Figura del Sommelier
  2. Fisiologia dei sensi
  3. Analisi Sensoriale
  4. Viticoltura
  5. Enologia vinificazione 1
  6. Enologia vinificazione 2
  7. Spumantizzazione
  8. Vini speciali
  9. Compendio ai vini speciali
  10. Legislazione Vitivinicola
  11. I Distillati
  12. La Birra e le altre bevande
  13. Test di valutazione
PIU' DETTAGLI...

LEZIONI

1. LA FIGURA DEL SOMMELIER FISAR

LA FISAR, LA SOMMELLERIE, GLI STRUMENTI, IL SERVIZIO
In degustazione (senza l’uso della scheda) due vini, di cui uno spumante ed uno del territorio.

2. FISIOLOGIA DEI SENSI

INFORMAZIONI BASE SU COME FUNZIONANO I SENSI COINVOLTI NELLA DEGUSTAZIONE. (USO E MANUTENZIONE DEI NOSTRI “STRUMENTI”)
In degustazione un vino rosso giovane in cui verranno identificate le caratteristiche apprese con le soluzioni

3. ANALISI SENSORIALE

TECNICA E LINGUAGGIO DELLA DEGUSTAZIONE
Allestimento di un banco dei profumi, almeno quelli comuni e qualche cosa di particolare In degustazione tre vini, tra cui uno spumante (prosecco) per evidenziare il ruolo della bollicina, un vino bianco semplice e un rosso giovane

4. LA VITICOLTURA

CENNI DI STORIA E TECNICA VITICOLA
In degustazione tre vini di territori differenti di cui almeno uno della regione

5 VINIFICAZIONE 1(ENOLOGIA)

LA VINIFICAZIONE: DALL’UVA AL VINO
In degustazione un vino bianco semplice, un rosato e un vino rosso

6. VINIFICAZIONE 2 (ENOLOGIA)

L’AFFINAMENTO
Un vino bianco affinato, un rosso giovane e un rosso invecchiato della stessa tipologia di uve

7.LA SPUMANTIZZAZIONE (ENOLOGIA)

GLI SPUMANTI
Degustazione guidata di un’Asti, uno charmat ed un metodo classico fresco e uno molto evoluto

8. VINI SPECIALI 1(ENOLOGIA)

I VINI SPECIALI
Degustazione di tre vini di diverse tipologie per evidenziare il rapporto zucchero alcool, zucchero ossidazione, il costruito ed il botritizzato

9. VINI SPECIALI 2 E COMPENDIO AI VINI SPECIALI

Completamento sui Vini Speciali e cenni sulle metodologie riguardanti “l’altra enologia” (vini “bio”) la degustazione e le attenzioni ai vini molto invecchiati, considerazioni sulle ossidazioni, sulle principali malattie ed i più diffusi difetti. In degustazione un tre vini: uno da uve passite, uno bio, uno senza solfiti o biodinamico

10. LA LEGISLAZIONE

PRODUZIONE E CONDIZIONAMENTO
In degustazione tre vini con specifiche denominazioni

11. I DISTILLATI

DEI LIQUORI E DEI DISTILLATI
In degustazione almeno tre diverse tipologie di distillati ed un liquore

12. LA BIRRA E LE ALTRE BEVANDE

LE BIRRE INDUSTRIALI E LE BIRRE ARTIGIANALI
Degustazione di quattro birre, due industriali e due artigianali

13. TEST FINALE

La VISITA GUIDATA

è inclusa nel corso: lo scopo è quello di far toccare con mano una realtà produttiva del territorio o di zone limitrofe, dove ribadire alcune fasi della teoria con una visita guidata in vigna ed in cantina. La degustazione col produttore permette poi di collaudare la propria confidenza col linguaggio e di fare domande direttamente alle origini del vino in degustazione. La cena CONSEGNA ATTESTATI sarà un momento conviviale con la consegna degli attestati

INFO UTILI

  • frequenza monosettimanale
  • 12 lezioni suddivise in una parte teorica e in una parte pratica di tecnica della degustazione di tre vini
  • test di verifica finale che conseguirà l’Attestato di partecipazione
  • assistenza durante le lezioni da parte di un Direttore di Corso e di Sommelier della Delegazione
  • assistenza online durante la settimana e possibilità di contattare tutor e scaricare la presentazione delle lezioni
  • orario delle lezioni 20.30 – 22.30 circa
  • il pagamento è suddiviso in due tranche
  • il corso prevede un massimo di 40 iscritti
  • possibilità di recuperare le lezioni perse in altri giorni e luoghi di corso
  • visita in cantina e pranzo inclusi con consegna Attestato di Partecipazione.

A SUPPORTO DEL CORSO

  • il materiale didattico
  • libro di testo
  • valigetta con bicchieri Rastal vinum per la degustazione

VANTAGGI DI ESSERE SOCIO FISAR

  • rivista “Il Sommelier”
  • Guida Vini Slow Wine 2018
  • possibilità di partecipare alle iniziative della federazione a prezzo convenzionato
  • convenzioni e sconti con locali e attività associate

COSTO E MODALITÀ DI PAGAMENTO

Il costo del corso è di € 500,00 a cui è necessario aggiungere, per coloro che non sono associati attivi FISAR, il costo del tesseramento annuale di € 70,00. E’ richiesto un acconto di € 100,00 al momento dell’iscrizione, il pagamento di € 200,00 entro la prima lezione, il saldo entro la quinta. Eventuali ulteriori dilazionamenti potranno essere concordati con la Segreteria della Delegazione. Il pagamento della quota acconto permette di avviare la richiesta associativa, se necessaria, e completare l’iscrizione al corso.

STEP 1: ORDINA IL CORSO E PAGA L’ACCONTO

Seleziona un corso in partenza, concludi l’ordine e riceverai via email la conferma e le coordinate bancarie per effettuare il bonifico dell’acconto.

STEP 2: COMPILA LA RICHIESTA ASSOCIATIVA A F.I.S.A.R.

FAQ

Ho trovato corsi più economici del vostro, come mai il corso FISAR costa un po' di più?

Innazitutto è importante specificare che i corsi FISAR presso la nostra Delegazione sono tra i più economici in circolazione, ecceziona fatta per pochissime altre associazioni amatoriali.
Vediamo i motivi per i quali a volte il corso FISAR risulta essere poco più dispedioso di queste ultime:
Maggior numero di lezioni: I corsi FISAR sono composti da 13/15 lezioni, altre associazioni amatoriali svolgono spesso solo 6/8 incontri tralasciando alcuni argomenti che per noi sono invece importanti.
Alta professionalità dei docenti: molti tra i docenti FISAR sono professionisti (es. agronomi, enologi) nella loro rispettiva materia di insegnamento, e comunque tutti hanno seguito il percorso formativo ufficiale dell’associazione che garantisce il rispetto delle linee guida qualitative.
Materiale didattico di qualità: l’associazione dispone di materiale professionale per la didattica, primo fra tutti i volumi didattici sempre aggiornati. Altre associazioni amatoriali utilizzano invece fotocopie di testi diverse o piccole dispende autoredatte.
Associazione attiva: la FISAR come associazione presente sul tutto il territorio nazionale offre numerose opportunità per i propri soci (sconti alle principali manifestazioni vinicole, degustazioni e visite in cantina, eventi con slow food, etc). Ovviamente per questo ci sono alcuni costi di gestione da dover compensare.

La FISAR è un'associazione senza scopo di lucro?

Assolutamente SI!
Un estratto dal nostro statuto (disponibile integralmente a questo indirizzo):

L’Associazione non ha fini di lucro ed il suo scopo principale è quello di diffondere e valorizzare la cultura enologica attraverso la promozione di attività di qualificazione professionale della figura del Sommelier nell’ambito della gastronomia tradizionale e del turismo enogastronomico

Quali vantaggi comporta essere iscritti alla FISAR?

Essere soci FISAR presenta alcune agevolazioni:

  • Accesso ai corsi
  • Possibilità di partecipazione a serate di degustazione a tema
  • Possibilità di partecipazione a cene a tema
  • Possibilità di partecipazione a visite in cantina e degustazione presso le aziende
  • Sconto e possibilità di accesso alle più importanti manifestazioni vinicole (Vinitaly, presentazione Slow Wine, etc)
  • Sconto nei locali convenzionati
  • Abbonamento alla rivista Il Sommelier
  • Ricezione Guida Slowine

Una volta diplomati come sommelier è inoltre possibile:

  • Partecipare ad eventi di prestigio come sommelier, come presentazione di importanti guide del settore (es. Slow Wine, Espresso, etc) oppure festival locali, nazionali o internazionali (es. vinexpo di Bordeaux)
  • Frequentare Master e Corsi di Aggionamento (degustazioni in lingue straniere, master sul servizio, master in birra, olio, formaggi) organizzati dalla federazione o altri organismi.
Il diploma di sommelier FISAR dove è riconosciuto in Italia? E all'estero?

Il diploma di sommelier FISAR è riconosciuto in tutto il territorio nazionale
Il titolo è riconosciuto anche all’estero (salvo nei paesi dove tale qualifica può essere vincolata ad una normativa nazionale e/o professionale specifica) in quanto la FISAR è giuridicamente riconosciuta dal ministero italiano

Esistono altre Delegazioni FISAR sul territorio, che differenza c'è?
Quanto tempo è necessario per diventare sommelier?
Quanto costa diventare sommelier?